Fucile in dotazione esercito italiano

Armi - FAL BM 59

fucile in dotazione esercito italiano

Il Vetterli-Vitali Mod. /87 fu un fucile a otturatore girevole-scorrevole in dotazione alle forze armate del Regno d'Italia. Nel fu la volta del Regio Esercito, che decise di adottare sui suoi Mod. un sistema a ripetizione manuale.

come

La vita operativa del BM59 fu davvero lunga e attiva. Riportiamo le caratteristiche particolari di quest'arma soprattutto per meglio comprendere le differenze dalla sua origine, l'M1 GARAND. Alimentazione e canna. Tale caratteristica lo distingue veramente da qualsiasi altra arma simile dell'epoca. Il tromboncino permette anche l'innestamento della baionetta FAL.

Il Vetterli-Vitali Mod. La versione Fucile venne assegnata a tutti i reparti di fanteria , compresi i bersaglieri che fino ad allora utilizzavano i Remington Rolling Block catturati ai pontifici dopo la presa di Roma. Nel fu la volta del Regio Esercito , che decise di adottare sui suoi Mod. Il nuovo fucile venne impiegato nelle sfortunate avventure coloniali di fine secolo, comprese la Battaglia dell'Amba Alagi e quella di Adua. Nel frattempo, nel , era stato adottato ufficialmente il Carcano Mod. Lo scoppio della prima guerra mondiale fece aumentare a dismisura la richiesta di fucili, che la produzione di Carcano Mod.

Beretta AR70 manual. Complimenti per il nuovo portale della difesa!!!
sex and the city prequel

L e Camicie Rosse di Mentana. Armi e fatti d'arme. Battaglie nella prosa e nella poesia. Canti patriottici e poesie. Il Regno d'Italia. Italiani in Africa. I confini d'Italia.

In quattro lingue italiano, inglese, francese e tedesco , il documento era classificato "Riservato", con l'annotazione "Contenente informazioni su materiale riguardante la Difesa nazionale e progettato dalla Beretta". Le prime cinque pagine contenevano una trattazione storico-politica e si aprivano con una frase del generale Douglas MacArthur: "Nuove condizioni richiedono nuovi metodi e immaginazione. Le guerre non si vincono mai con il passato". Il documento riflette le tese condizioni politiche dell'epoca della Guerra Fredda. Dopo che fu fondata l'Alleanza Atlantica e garantita inizialmente la sicurezza della Europa Occidentale, i passi seguenti furono l'incremento quantitativo e qualitativo degli armamenti e l'organizzazione della produzione e dei centri di ricerca per mantenere in piedi un efficiente sistema difensivo.



Beretta AR 70/90 e Varianti

Beretta MG 42/59

.

Vetterli-Vitali Mod. 1870/87

.

.

.

.

.

.

0 COMMENTS

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *